Martino Gamper (1971, Merano) vive e lavora a Londra. Dopo aver iniziato come apprendista da un produttore di mobili di Merano, prosegue studiando scultura con Michelangelo Pistoletto all’Accademia di Belle Arti di Vienna. Nel 2000 consegue un master al Royal College of Art di Londra, dove ha come insegnante Ron Arad. Lavorando tra design e arte, Martino Gamper è coinvolto in diversi progetti, dall’exhibition design all’interior design, dalle commesse singole alla progettazione di prodotti in serie per i rappresentanti internazionali più all’avanguardia del settore dell’arredamento. Gamper ha presentato i suoi lavori e progetti in tutto il mondo, con mostre e commissioni selezionate tra le quali vi sono: “Designers select designers”, Aram Gallery, Londra, Regno Unito (2018); “Tabula Rasa”, Franco Noero, Museo del Risorgimento, Torino, Italia (2017); “Middle Chair”, The Modern Institute at Pollock House, Glasgow, Regno Unito (2017); “Below Stairs”, Sir John Soane Museum, Londra, Regno Unito (2016); “100 Chairs in 100 Days”, MIMOCA, Marugame, Giappone (2015); “Design is a state of mind”, Serpentine Sackler Gallery, Londra, Regno Unito (2014); “Period Room”, Palais De Tokyo, Parigi, Francia (2014); “Tu casa, mi casa”, The Modern Institute, Glasgow, Regno Unito (2013); “Bench Years”, London Design Festival commission, V&A Museum, Londra, Regno Unito (2012); “Gesamtkunsthandwerk” (Karl Fritsch, Martino Gamper e Francis Upritchard), Govett-Brewster Art Gallery, New Plymouth, Nuova Zelanda (2011). Gamper ha ricevuto il Premio Moroso per l’arte contemporanea nel 2011 e il premio Brit Insurance Designs of the Year, Furniture Award, nel 2008 per il progetto “100 Chairs in 100 Days”.

Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookies.

Maggiori Informazioni chiudi

Web Design, Art Direction and Web Programming / FRI-WEB; The pictures are protected by the law of copyright and it is illegal to use them without a written permission.